Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà.

Italo Calvino

Con questo articolo proseguiamo la nostra scoperta dei libri “Made in Oltrepò Pavese” conoscendo autori emergenti che ambientano le loro storie nel nostro territorio.

Le antiche favole dell’Alto Oltrepò di Valentina Balma (CLICCA QUI); Storie di Calcio e di vita nel nuovo libro di Riccardo ed Elena Bonini (CLICCA QUI); Angelo Vicini: custode di storie dell’Oltrepò (CLICCA QUI); Il romanzo giallo oltrepadano che unisce i musei del territorio (CLICCA QUI)

Questa volta abbiamo avuto il piacere di incontrare e conoscere Elisa Contardi, autrice del libro “Silenzio in Arcadia” giallo ambientato a Pancarana, precisamente nel verdeggiante Bosco Arcadia (abbiamo dedicato un articolo al Bosco Arcadia qualche mese fa, lo trovate CLICCANDO QUI).

Le abbiamo fatto qualche domanda per scoprire come è nato il libro e che cosa l’ha ispirata.

L’intervista

La presentazione del libro. Elisa Contardi al centro

Tempo fa abbiamo pubblicato un articolo che riguardava il Bosco Arcadia, una realtà naturalistica molto importante nel nostro Oltrepò Pavese. Lei ha scritto un libro giallo ambientato in esso, come le è nata l’idea e da cosa ha preso ispirazione?

Quando nel 2016 fu inaugurato il Bosco Arcadia, stavo già scrivendo questo giallo che ha come protagonista il commissario Ascanio Greco, da poco al comando del commissariato di Voghera. In origine il romanzo aveva un altro titolo e un altro luogo di ambientazione. La vittima infatti veniva trovata nel parcheggio di un centro commerciale. Quando Piero Almangano, il gestore nonché promotore del Bosco Arcadia, a cui sono legata da una profonda amicizia mi ha invitata a visitarlo, sono rimasta talmente colpita dalla bellezza del luogo che ho subito deciso di sceglierlo come location per il mio giallo. Li è avvenuta anche la cerimonia di presentazione ufficiale il 27 maggio del 2018, alla presenza di autorità e di un vasto pubblico.

Nel suo libro si da spazio alla natura? Quale importanza assume il Bosco Arcadia nella sua storia? Diventa una sorta di guida il bosco, per il protagonista, o una sorta di voce narrante?

Il Bosco Arcadia nel romanzo assume la parte di uno dei protagonisti principali. Più di una volta il commissario Ascanio Greco, si reca lungo i sentieri del bosco in cerca di “ispirazione” per risolvere il complicato omicidio di Valeria Fiore. Come Don Chisciotte di Cervantes si rivolse ai mulini a vento, scambiandoli per giganti, così il commissario Ascanio Greco, in più di un episodio arriva, quasi in tono di follia, a parlare alla natura del bosco, a rivolgere domande a quelle piante che conoscono il nome del vero assassino.

Lei ha scritto altri libri, precedentemente a “Silenzio in Arcadia”, erano anch’essi gialli oppure romanzi? Ci parli un pò di questi libri

Prima di Silenzio in Arcadia ho scritto altri quattro romanzi. “Il cuore non fa rumore” è un romanzo che narra le vicessitudini di un giovane medico all’apice del successo, che si trova a fare i conti con il passato, dopo aver rincontrato il suo grande amore di gioventù. “Vite che si sfiorano” è un poliziesco sempre ambientato in Oltrepò. “Il mistero della baita del cervo Rosso” è un romanzo ambientato nella mia amata Val Bognanco e racconta la storia di una giovane scrittrice Alice Danesi, che si trova a risolvere un mistero legato alla scomparsa misteriosa del proprietario della baita avvenuta anni prima.

Pensa di scrivere un seguito a “Silenzio in Arcadia”? Magari che possa creare una collana con protagonista il Commissario e il nostro Oltrepò Pavese, magari con differente ambientazione?

La sagra del commissario Ascanio Greco proseguirà sicuramente. Il secondo caso del commissario è in fase di realizzazione. Per quanto riguarda l’ambientazione, lo scoprirete alla fine di “Silenzio in Arcadia”.

Ultima domanda: dove possiamo acquistare tutti i suoi libri?

I romanzi sono tutti in vendita sulla mia pagina personale del sito della casa editrice ilmiolibro.it., dove è anche possibile leggere gratuitamente le prime pagine di ogni romanzo. Sono in vendita su Amazon, sui migliori store online di libri, nelle librerie Feltrinelli e Mondadori, attraverso il codice ISBN, e per chi volesse tramite la pagina Facebook del libro, con tanto di autografo personalizzato.

Immagine di copertina di: Musica nel Bosco (pagina Facebook QUI) e Bosco Arcadia (QUI)

Disclaimer

Ai sensi dell’art. 1, comma 1, del D.L. 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla Legge di conversione 21 maggio 2004, n. 128 e succ. mod., tutte le opere eventualmente presenti sul presente sito, e suscettibili di copyright, hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d’autore e sui diritti connessi. Anche per tali opere vale il divieto di cui al punto precedente. E’ vietata la riproduzione e l’utilizzo senza l’autorizzazione ed il consenso dell’autore

Roberta Tavernati

Roberta Tavernati

Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione Interculturale e Multimediale all'Università degli studi di Pavia, nel 2012, con una tesi sulle Tecniche Cinematografiche 3D e il Motion Capture. Nello stesso anno ho aperto la mia azienda di apicoltura, MielOrum, con punto vendita a Casteggio. Da sempre, le mie passioni sono i computer, la grafica, la scrittura e la fotografia. Queste ultime, in particolare, insieme all'amore per il mio territorio, mi hanno motivata ad aprire questo blog.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove