Qualche settimana fa vi abbiamo parlato della Schita, piatto della tradizione culinaria dell’Oltrepò Pavese e del bel progetto “social” della scrittrice e giornalista Cinzia Montagna, di farla riscoprire ed amare creando un ricco ed interessante gruppo Facebook.

Siamo convinti che la quarantena, dei mesi scorsi, abbia portato anche cose positive nell’utilizzo dei Social che si sono fatti “messaggeri” di saperi e comunicazione nell’epoca dove il “potere della condivisione” fa la differenza (se usato bene).

In questo articolo “Le meraviglie della Schita” potrete approfondire l’argomento e visualizzare il video della diretta con Cinzia Montagna.

E dopo tante condivisioni e tanto sperare, ecco che finalmente la Schita da virtuale diventa reale!

Questa sera, Martedì 21 Luglio alle ore 20:30, la Schita sarà la protagonista presso l’Agriturismo Duronetta a Campoferro (Voghera) e potrà essere condivisa con chi prenoterà il proprio posto. Schita dolce o Schita salata? Con affettati o formaggi? L’importante è anche gustarla con un buon vino dell’Oltrepò Pavese e in compagnia.

Sarà un momento di confronto e di gioia, dove la riscoperta della Schita, piatto semplice e povero dei nostri nonni, diventa un pò il simbolo di rinascita di questi tempi difficili.

E se la Schita si sposasse?

Sembra proprio che Sabato 25 Luglio alle 20:30 ci sarà un matrimonio “culinario” tra i due Oltrepò Lombardi: l’Oltrepò Pavese e l’Oltrepò Mantovano. Ma chi si sposerà?

La Schita dell’Oltrepò Pavese e il Chisulin dell’Oltrepò Mantovano convoleranno a nozze in una serata dedicata alla preparazione e degustazione di sapori oltrepadani abbinati ai salumi (come Mortadella, Salame, Coppa, Prosciutti), formaggi, confetture e salse e crema di nocciole e cacao tipiche del Mantovano. Un momento di confronto tra due Oltrepò brindando con un buon bicchiere di vino, sia del pavese con il Pinot Nero e il Sangue di Giuda della Tenuta Borgolano, sia del mantovano, con il Lambrusco (Grappello Ruberti) e il Rosato e Moscato (Grappello Ruberti) della Cantina di Quistello.

Saranno due i ristoranti che cureranno questo matrimonio culinario: Il Ristorante La Cà Vecchia di Rea (Pv) di Tina Bergonzi e il Ristorante Gorgo del Po di Elena ed Eleonora di San Benedetto Po (Mn).

Insomma, a questo matrimonio siamo tutti invitati e per partecipare basta prenotare il proprio posto e tenersi aggiornati sul gruppo Facebook La Schita dell’Oltrepò Pavese creato da Cinzia Montagna.

Per informazioni e prenotazioni telefonare al 0376 61 81 18  (Cantina Sociale di Quistello)

Foto di copertina: Cinzia Montagna

 

 

 

Disclaimer
Ai sensi dell’art. 1, comma 1, del D.L. 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla Legge di conversione 21 maggio 2004, n. 128 e succ. mod., tutte le opere eventualmente presenti sul presente sito, e suscettibili di copyright, hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d’autore e sui diritti connessi. Anche per tali opere vale il divieto di cui al punto precedente. E’ vietata la riproduzione e l’utilizzo senza l’autorizzazione ed il consenso dell’autore

Roberta Tavernati

Roberta Tavernati

Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione Interculturale e Multimediale all'Università degli studi di Pavia, nel 2012, con una tesi sulle Tecniche Cinematografiche 3D e il Motion Capture. Nello stesso anno ho aperto la mia azienda di apicoltura, MielOrum, con punto vendita a Casteggio. Da sempre, le mie passioni sono i computer, la grafica, la scrittura e la fotografia. Queste ultime, in particolare, insieme all'amore per il mio territorio, mi hanno motivata ad aprire questo blog.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove